Il cane creduto cattivo che salvò la vita a una donna

Questo articolo è stato letto 143 volte!

6695554957_99e54ee64f_z-586x439Succede in Svezia. Simba è un pitbull dal carattere docile e amichevole; vive in un appartamento con il suo padrone Arjanit Mehana. Nonostante la sua natura innocua, inizialmente aveva una cattiva reputazione nel suo condominio: per colpa della sua razza, tutti lo evitavano perchè lo consideravano “cattivo”, in particolare  l’anziana vicina di Mehana lo evitava e lo guardava con paura sebbene avesse un atteggiamento amichevole nei suoi confronti. Tuttavia, un giorno Simba le ha fatto cambiare idea. Di ritorno da una passeggiata, Mehana e Simba sono passati davanti all’appartamento della donna, il cane continuava ad abbaiare e, sebbene Mehana continuasse a tirare i guinzaglio, lui non si muoveva. Perciò il padrone si avvicinò alla porta e sentì di delle lamentele provenire da dietro la porta. Quando Mehana riuscì ad aprirla, trovò l’anziana stesa per terra; infatti si era rotta l’anca due giorni prima. Dato che Mehana le spiegò l’accaduto, lei ringraziò il cane e prontamente arrivarono i soccorsi. Da quel giorno, la reputazione di Simba cambiò: come sostiene Mehana, tutti gli abitanti del condominio iniziarono ad inondarlo di regali, avendo scoperto la sua bontà. Nelle sue dichiarazioni, Mehana conclude: “So che Simba è un cane meraviglioso, ma spero che questo evento farà vedere le razze considerate cattive in modo diverso. Noi, come esseri umani, dobbiamo meritare la loro lealtà e amore”.

Cristiano Colucci