Le scarpe slacciate …

Questo articolo è stato letto 1628 volte!

Scarpe slacciate… un segno distintivo della nostra generazione

Molti giovani di oggi sono soliti portare le scarpe slacciate e questo provoca delle domande negli adulti che, spesso, non riescono a capire questa moda, proprio come non riescono a considerare comodi i jeans a vita bassa.

Le scarpe tra i giovani non sono semplicemente “slacciate”, dietro a questa moda si nasconde in realtà un meccanismo molto più complesso che ha dei significati che, a volte, vanno ben oltre la comodità o meno.

Forse per capire meglio questo concetto bisogna rivolgersi direttamente agli interessati: le risposte sono varie e le spiegazioni differenti ma la maggior parte dei ragazzi alla domanda:”Perché porti le scarpe slacciate?”, ha risposto in questo modo:

“Non si slegano”,” Non le devo legare tutte le volte che le voglio mettere”, “Sono più comode”, “Non sono belli i lacci sotto i pantaloni, meno ancora sotto le gonne”, “Faccio prima ad indossarle” oppure: “Per adeguarmi, perché ormai lo fanno tutti, è diventato uno stile, un modo per riconoscersi” e poi:”Sono anni che le porto slacciate” altri ancora hanno aggiunto:” Mi sento bene così, sono più comode e più belle da vedere” o “E’ solo un modo come un altro di vestirsi”; insomma i motivi per cui si portano le scarpe slegate sono molteplici. In realtà il modo di vestire identifica anche le persone e le scarpe sono una componente importante perché: gli alternativi le portano così solo per non unirsi al “gruppo”. La maggior parte dei ragazzi si adegua, perché lo fanno tutti, perché glielo ha detto un amico e così via. Non sempre le scarpe si portano slegate perché per fare sport sono scomode, cioè:”Non ti tengono ferma la caviglia o ti scappano mentre corri” così nello sport le scarpe si portano ancora allacciate…

Avere le scarpe slacciate non è un segno di protesta o un voler dimostrare di essere diversi dalle generazioni che ci hanno preceduto ma è solo, molto più semplicemente, moda; questo non determina la possibilità dei giovani di essere individui o parte della massa perché:”E’ una libera scelta portare le scarpe in questo modo e se non lo fai va bene lo stesso.”

C’è da aggiungere che non tutte si portano slacciate, alcune si legano in modi “diversi”, “non convenzionali”: molti portano le scarpe legate all’intero, un po’ allentate; altri fanno passare i lacci più volte negli stessi buchi o li accorciano e qualcun altro le porta con i legacci sciolti all’interno del piede; altri ancora fanno dei nodini piccolissimi all’esterno, che quasi non si vedono. Quindi quella che può sembrare una moda un po’ contorta e banale in realtà è il frutto di comportamenti molto complessi e articolati che, spesso alla fine, portano ad una sola conclusione: si vuole essere accettati dal “gruppo”. Forse questo è un po’ strano come ragionamento ma alla fine è quello che realmente vogliono tutti e quindi, come si diceva  una volta:”Se bella vuoi apparire un po’ devi soffrire”, va un po’ modificato come detto ma “calza” perfettamente nell’ideologia dei ragazzi perché non importa se, all’inizio, sono scomode e ti danno fastidio quello che conta realmente è essere come il tuo idolo, essere alla moda. In conclusione, i giovani di oggi forse non cercano di apparire esteriormente come individui, ma in realtà non è così. Non sono tutti uguali! Quello che conta realmente non è come si appare esternamente ma come si è dentro: il modo in cui si pensa e si agisce e i motivi che spingono a prendere certe decisioni invece di altr e… i ragazzi e le ragazze di oggi sono degli individui pensanti anche se apparentemente non sembrerebbe.

Carlotta Monge (2C)