Riflessioni da viaggio-distruzione

  Ci stanno provando. Io seduto come un pirla dietro l’angolo dove cominciano le scale che portano nella notte; i ragazzi a bisbigliare strategie di fuga evitando le porte allarmate a un tiro di sputo dalle stanze. Doppie, triple, quadruple;…

Reportage fotografico da Auschwitz

   … in Galleria, tutte le altre foto  Alla scoperta della banalità del male   27 gennaio: settecento ragazzi della città e della provincia di Torino s’incontrano in tarda mattinata in una sala del cinema del Lingotto per ricordare insieme lo…

Un reve pas encore fini

  10-24 Janvier 2009. Deux seimanes inoubliables, deux pays en comparaison: Italie et Suède. Nous, dix jeunes du Lycée Umberto I, des classes IVD et IVC, nous avons participé à un échange culturel avec l’institut Katredraskolan de Uppsala, une petite…

Fuma o lascia fumare

  In ogni conflitto, in ogni discussione, in ogni divergenza ci sono sempre almeno due parti schierate in campo, con opinioni diverse, motivate differentemente. Salvo non si tratti di leggende o miti, è difficile che uno dei partiti coinvolti abbia…

Dove andremo a finire?

 Seduti ai banchi di scuola, in tutta tranquillità, ci giriamo per chiedere una matita al compagno e…BANG!! un forte rumore ci coglie di sorpresa: la penna che credevamo di ricevere, è in realtà la pistola che ha appena sparato. Situazione…

Il Forza Quattro

 Il giocare a forza quattro è una delle attività predilette dagli studenti. Questo gioco, infatti, necessita di ben poco materiale: un foglio, una gomma e una matita, niente di più, a meno che non si voglia realizzare la griglia a…

Disperazione

Senza accorgermene, un giorno come tanti, ho imboccato la strada della disperazione. Viaggiavo in un tunnel buio, ogni metro in più che percorrevo al suo interno era come essere trafitti da duecento lance, appuntite e con le estremità taglienti come…

Ricordi

Respiro pesantemente stufa di tutto ciò che mi viaggia attorno, stufa di questo mondo che non sa apprezzarmi. Come un fulmine a ciel sereno, spunta lui, bello come non mai. la sua presenza è come un afrodisiaco e un calmante…

Ad Anna Pilch

          Anna Pilch era un’insegnante polacca. Anna Pilch era ebrea. Anna Pilch aveva un bel viso. Anna Pilch non la ricorda nessuno probabilmente. Anna Pilch è morta nel 1944. Anna Pilch è cenere ormai.    …